foto_1.jpg


La storia della Gi. Tessil è ormai giunta alla terza generazione. La sua storia ebbe inizio negli anni ‘50 quando Silvio Giamberini con i suoi figli costruì un capannone per iniziare la produzione del foderame.

foto_2.jpg


Intorno agli anni ‘ 70 con l’arrivo della seconda generazione iniziò l’acquisto di macchine più moderne, i telai jacquard, per la produzione di fodere personalizzate. Il mercato iniziò ad espandersi anche all’estero e per questo venne creata una rete di vendita.
Con l’avvento del nuovo millennio anche la Gi. Tessil subì una forte trasformazione. L’arrivo della terza generazione segnò la nascita di una nuova funzione commerciale. Grazie a questa funzione venne effettuata un’accurata scelta dei fornitori e una ricerca di elevata flessibilità nella struttura di prodotto. In linea con le esigenze di mercato si è adottata una strategia fortemente orientata al soddisfacimento dei bisogni del cliente. Tra i punti di forza spiccano l’ orientamento all’elevata qualità di prodotto, ricerca che si è poi tradotta nello sviluppo di molti articoli dai basici, a quelli più elaborati come gli stretch, gli stampati, gli jacquard fino a 4 colori, molti dei quali disponibili a magazzino in molte coloriture, così da poter fornire un ottimo servizio al cliente. Con l’avvento delle nuove risorse è stato quindi possibile pianificare la partecipazione alle fiere di settore nazionali come Milano Unica e internazionali come Premiere Vision, vissute come stimolo per la proposta di nuove collezioni approntata anche grazie all’utilizzo del cad tessile.
La Gi. Tessil è in costante crescita sia dal punto di vista di prodotto, testimoniato anche dall’acquisto di telai jacquard a Raso e Stretch, sia dal punto di vista del mercato poiché la Gi. Tessil è sempre più alla ricerca di una dimensione globale.


DSC_0028.jpg
DSC_0030.jpg
DSC_0031.jpg
DSC_0036.jpg
DSC_0038.jpg
DSC_0076.JPG
DSC_0079.JPG
DSC_0082.JPG